Sostituzione Guardrail in via del Suffragio PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Sabato 17 Dicembre 2016 12:53

Al Sig. Sindaco del Comune di NARNI

E p.c.                Al Sig. Prefetto della Provincia di TERNI

Al Comando Stazione Carabinieri di NARNI

OGGETTO: Sostituzione Guardrail in via del Suffragio

In data 16/9/2016 presentammo una interrogazione a risposta scritta relativa allo spostamento del terminal Bus al parcheggio del Suffragio facendo presente, tra l’altro, che la manovra di immissione degli autobus provenienti dal lato Roma è pericolosa poiché vanno a sfiorare il guardrail danneggiato in più punti e non a norma, con il rischio di precipitare nella strada sottostante con un dislivello di circa 10 metri. Come prassi dell’amministrazione, nonostante le interrogazioni a risposta scritta debbono essere evase entro 30 giorni non hanno ancora risposto.

In un comunicato pubblicato in data 21/9/2016 su Narnionline, l’Assessore Mercuri dichiara: “Il Guardrail cui fa riferimento il consigliere Daniele verrà sostituito”.

Orbene se l’amministrazione riconosce che il guardrail non è a norma e non protegge, buon senso vorrebbe che fino alla sua sostituzione venga evitata quella manovra di immissione e invece NO continuano imperterriti tenuto presente che con la stagione invernale aumentano i rischi. Inoltre, nel periodo invernale si aggiunge il rischio di brina e gelo su manti stradali non adeguati.

Si chiede pertanto di ripristinare il normale giro dei pullman eliminando quella manovra di immissione, potenzialmente pericolosa, nel periodo invernale e comunque fino al posizionamento di un guardrail e di un asfalto adeguati.

Narni 26/11/2016

Enrico Daniele

Alessandro Amici

Consiglieri Comunali TuttiperNarni

 
Acque piovane S.Vito/Guadamello PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Sabato 17 Dicembre 2016 12:51

Al Sig. Presidente del Consiglio comunale

Al Sig. Sindaco del Comune di   NARNI

 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

OGGETTO: Regimentazione acque piovane in strada Guadamello e S. Vito

A seguito di sopralluogo effettuato congiuntamente dall’Ing. Flori e tecnici incaricati della progettazione degli interventi per il risanamento della rupe per il quale si attendono i finanziamenti, si è potuto constatare che la calatoia stradale ubicata nei pressi del Bar è assolutamente insufficiente a raccogliere le acque piovane per cui esse di riversano su un canale intubato che fuoriesce costeggiando le mura dell’abitazione posta al n.c. 132.

Detta abitazione e annessi presentano numerose fessurazioni per cui oltre a interventi mirati relativi al progetto risanamento della rupe, si ravvisa la necessità di intervenire subito condottando ulteriormente dette acque per farle fuoriuscire oltre il fabbricato in questione.

Infatti per giurisprudenza costante: “La pubblica amministrazione deve fare in modo che le acque provenienti da una strada di sua proprietà aperta al pubblico siano idoneamente convogliate in modo tale non solo di impedire che l’irregolare deflusso possa creare pericolo per terzi, ma anche che esse si riversino su terreni privati”.

Per quanto sopra si chiede se l’amministrazione comunale intende risolvere il problema come proposto o con altre soluzioni che riterrà più idonee.

Narni 12/12/2016                                                                                                Alessandro amici

Consigliere comunale

 
Mozione CPM PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Martedì 29 Novembre 2016 17:45

Al Sig. Presidente del Consiglio comunale

Al Sig. Sindaco del Comune di NARNI

 

MOZIONE

 

OGGETTO: Appalti pubblica illuminazione e gestioni impianti termici alla ditta C.P.M. di Porto Recanati.

 

Nel 2012  la giunta Bigaroni  effettuo’ una gara per l’assegnazione dell’appalto per la

manutenzione della pubblica illuminazione e degli impianti di riscaldamento degli edifici

comunali.

La gara fu vinta dalla ditta Cpm Gestioni termiche srl di Recanati, e fin qui nulla da

eccepire.

Successivamente pero’la durata di questo appalto, che come tutti gli appalti nella pubblica

amministrazione non puo’ superare i nove anni (per una legge del 1923 ma tuttora

vigente)altrimenti porta a danno erariale, e’ stata portata con due successive delibere di

giunta a ben venti anni di durata, arrivando quindi al 2032 (delibera di giunta n. 192 del

2013)

L’importo della cifra totale appaltata e’ di sei milioni e seicento mila euro, cifra

ragguardevole , ma soprattutto blindata nel tempo, eslcudendo dalla possibilita’ di fornire

questo servizio alla nostra comunita’ chiunque per un ventennio,creando di fatto un

monopolio.

L’attenzione su questa storia da parte nostra e’ scattata nel febbraio scorso, quando il GIP

del tribunale di Viterbo ha emesso delle ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei

vertici della CPM, esattamente tre manager, colpevoli secondo i giudici del reato di

turbativa d’asta nelle gare per l’appalto di servizi connessi alla gestione della pubblica

illuminazione e degli impianti termici nei comuni di Grotte di Castro, Civita Castellana e

villa San Giovanni in Tuscia.

Subito dopo l’arresto dei manager la ditta emise un comunicato in cui garantiva la

continuita’ del servizio, nonostante le evidenti difficolta’ organizzative, e sicuramente cosi’

sara’ avvenuto.

Per questo abbiamo inviato le delibere incriminate all’ANAC, Autorita’ anti

Corruzione,presieduta da Raffaele Cantone, che gia’ in un’altra occasione si era espressa

negativamente in una situazione praticamente identica, decretando la non legittimita’ degli

atti.

Con la presente mozione chiediamo che il Consiglio comunale quale organo di  controllo politico amministrativo(Art.42 D.P.R. 267/2000) si esprima sulla legittimità delle procedure di affidamento alla CPM.

Infine chiediamo che la presente venga discussa in via d’urgenza(Art 19 comma 3 del Regolamento del Consiglio comunale

Narni 21/11/2016                                                                                          I Consiglieri comunali

Alessandro Amici

Gianni Daniele

Enrico Daniele

Luciano  Novelli

 
Diffida all'amministrazione comunale PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Lunedì 31 Ottobre 2016 09:11

Al Sig. Presidente del Consiglio Comunale

Al Sig. Sindaco del Comune di Narni

ATTO DI DIFFIDA E MESSA IN MORA PER MANCATO COMPIMENTO,ENTRO I TERMINI DI LEGGE,DI ATTI DEL PROPRIO UFFICIO A CUI LE S.V. ERANO FORMALMENTE TENUTE.

OGGETTO:Interrogazione a risposta scritta sulla valutazione vulnerabilità sismica degli edifici di proprietà comunale.

In data 1/9/2016 acquisita al protocollo comunale con il N° 34891 a nome del Gruppo consiliare Tutti per Narni, è stata presentata interrogazione a risposta scritta riguardante l’oggetto, tenuto presente che l’argomento riveste particolare interesse dati i fenomeni di natura sismica che stanno verificandosi tuttora nell’Italia centrale, in particolare le famiglie chiedono se gli edifici scolastici sono sicuri al verificarsi di un sisma con epicentro nella nostra zona.

Considerato che benché abbondantemente decorsi i termini di legge (30 giorni) per evadere la richiesta,dato atto che nel caso specifico:

-dal punto di vista amministrativo si configura una violazione dell’art. 43 commi 2 e 3 del Dlgs.267/2000;

-dal punto di vista penale,il mancato rilascio degli atti o la mancata risposta alle informazioni richieste configura il reato di rifiuto di atti d’Ufficio (Art 328 Codice penale);

DIFFIDA

Il Presidente del Consiglio ed il Sindaco affinché gli stessi compiano l’atto del proprio ufficio entro 10 giorni dal deposito della presente ai sensi dell’art.328 Codice Penale, in mancanza si procederà a termini di legge.

Narni 31/10/2016                                          Il Capo Gruppo Tutti per Narni

Alessandro Amici

 
ALLEANZE, AMMINISTRATI E 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 28 Ottobre 2016 10:35

Non riusciamo a capire il perche’ di tanto livore nei nostri confronti .         E’ l’ennesimo intervento pesante sempre dagli stessi contro di noi , quasi che fossimo noi i loro avversari. Eppure la nostra idea di politica e’ chiara  e sempre la stessa sin dal nostro primo comunicato pubblico (autunno 2011) , non e’ cambiata nel corso degli anni, anzi si e’ rafforzata.  Nelle  elezioni di questi anni abbiamo   lasciato liberta’ di voto ai nostri simpatizzanti alle europee e politiche, mentre alle provinciali ( metodo indiretto) abbiamo promosso una  associazione di liste civiche di varia origine.  Per finire con le regionali dello scorso anno , non abbiamo fatto l’accordo con Ricci , proprio perché era diventato il candidato del centrodestra( A pag 3 del nostro giornalino dello scorso anno ,lo stesso richiamato dall’articolo, c’e’ un nostro commento  a riguardo. Vi invitiamo a rileggerlo per capire la nostra posizione). Quindi  non capiamo perché  dividiamo il centrodestra se non aderiamo ad una loro coalizione. Noi non siamo di centrodestra   , non siamo neanche di centrosinistra.  Siamo un gruppo di persone che ritiene che, quando la meta’ dei cittadini non vota piu’  e quando la meta’ di quelli che votano   si esprime a favore di partiti di protesta,cio’ vuol dire  la politica dei partiti ha ormai perso il contatto con la realta’ . Noi stiamo percorrendo una nuova strada “ civica” per riportare l’interesse e l’impegno dei cittadini verso la partecipazione politica.   La maggioranza di noi non ha nessuna esperienza politica precedente, alcuni hanno percorsi diversi. Ci siamo trovati insieme su un bisogno di condividere un progetto di governo della città al di la delle ideologie e dei partiti esistenti (sempre fine 2011).

Questo progetto ripresentiamo alle prossime elezioni comunali  , ci mettiamo la nostra faccia ed il nostro impegno.  E per quanto riguarda le alleanze   siamo aperti a  tutti I CITTADINI, ALLA SOCIETA’ CIVILE, A TUTTI QUELLI CHE VOGLIONO un futuro migliore per Narni .

Non abbiamo niente altro da dire, non risponderemo ad ulteriori attacchi. Auspichiamo  che pur in presenza di opinioni politiche diverse  siano fatti salvi l’educazione ed il rispetto che  non abbiamo visto finora.

Che la strategia migliore per mandare a casa il partito di governo della citta’ sia una nostra alleanza con il forza italia fratelli d’italia e il sedicente gruppo civico umbro e’ una idea loro  non  nostra.   tuttiperNarni  non e’ di questa idea e allora ? Non la può pensare diversamente?

E se la realta’ di Narni fosse quadripartita?

Che tuttiperNarni sia isolata,  questa e’ curiosa, contrasta con la risposta e in numero e in qualità e varietà  dei partecipanti che abbiamo avuto la scorsa domenica quando abbiamo presentato la nostra proposta. Quindi se siamo isolati , siamo in ottima e numerosa compagnia

Il riferimento al malaffare ,  di cui siamo certi, viene da un articolo del  giornalino citato prima  e fa parte di un ragionamento politico. Non era difficile per una narnese capire da quale vicenda poteva venire ispirato  (e’ di qualche settimana fa la  ulteriore evoluzione  di quella vicenda pesante per il nostro territorio).  Ma se vogliamo generalizzare , non abbiamo  problemi. E’ vero che in tutti i partiti esistono persone oneste , ma e’ anche vero , lo  dice il giudice Cantone, presidente dell’ente nazionale anti corruzione, lo ripete ,ogni anno, il presidente di turno della corte dei conti nella sua relazione annuale, che la illegalita’ e’ il  piu’ grande problema che ha l’italia.  Ci ricordiamo del MOSE e di Galan,  di Fiorito ed il suo camper e di Penati e  l ‘autostrada  Milano-Serravalle ?  Potremo continuare a riempire  diecine di quaderni  sui casi di malaffare in Italia ,ma ci siamo capiti.

Auguriamo che nel proseguio della loro azione politica gli amici di forza italia, fratelli d’italia e del sedicente movimento civico umbro capiscano che i loro avversari politici non siamo noi , ma la coalizione  che governa Narni, altrimenti  rischiano di apparire confusi e disorientati nei confronti  dell’opinione pubblica narnese.

23/10/2016                                                                  TUTTI PER NARNI

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 5 di 25