La passerella per il centro salute PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 28 Ottobre 2016 10:31

L’Amministrazione comunale ha annunciato che lunedì sarebbero iniziati i lavori per la costruzione della passerella sul fosso Fiacchignano per raggiungere a piedi il centro salute di Narni Scalo, in effetti sono iniziati.

Abbiamo visto la foto del progetto che sinceramente non condividiamo in quanto essa viene realizzata lato Cimitero con attraversamento pedonale della via Tuderte in semicurva che riteniamo pericoloso specialmente per le persone anziane.

I pedoni provenienti dal lato Stazione dovranno effettuare 3 attraversamenti pedonali e precisamente Via Tuderte in prossimità della Stazione Carabinieri,via Norma Cossetto e di nuovo via Tuderte all’ingresso del Centro salute.

I pedoni provenienti dal marciapiedede di via Tuderte lato Carabineri o da via Cossetto dovranno effettuare 2 attraversamenti e precisamente via Cossetto e via Tuderte.

In più è da aggiungere che i pedoni in attraversamento andranno a costituire un ulteriore tappo lato rotatoria già intasata a causa della svolta a sinistra dei veicoli che devono raggiungere il Centro salute ed il supermercato.

Noi pensiamo che la passerella non verrà utilizzata,staremo a vedere

Narni 28/10/2016                                                      Gruppo consiliare TUTTI PER NARNI

 
Presentazione Patto per Narni PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 21 Ottobre 2016 12:14

Domenica 16 Ottobre presso la sala consiliare la lista civica Tutti Per Narni ha presentato davanti ad una numerosa platea di cittadini narnesi il “Patto per Narni”, le linee guida del programma elettorale per le prossime amministrative. Durante un’assemblea affollatissima (tanto che non c’erano più posti a sedere) Gianni Daniele ha rinnovato l’impegno politico di Tutti Per Narni, lista civica che a differenza di tutte le altre che l’hanno preceduta ha resistito ad una consiliatura e si ripresenta come alternativa di governo.La priorità viene data alla revisione della macchina amministrativa, una struttura sovradimensionata rispetto alle esigenze di un comune che ha perso la gestione diretta della rete idrica, elettrica e della raccolta dei rifiuti. Punto fondamentale del programma è il coinvolgimento dei cittadini, che dovranno partecipare alle scelte strategiche in merito a traffico, ambiente, sociale, bilancio. I cittadini narnesi non meritano una qualità della vita così scadente: una provincia di Terni caduta addirittura al 65esimo posto tra le provincie italiane secondo uno studio del Sole 24 Ore, scendendo di tre gradini nell’ultimo anno. Una disoccupazione al 12,5%, con quella giovanile al 51% nettamente al di sopra della media nazionale, un indice demografico in netto calo, Narni oramai al di sotto dei 20.000 abitanti.

La nostra ricetta? Non abbiamo la bacchetta magica ma abbiamo le mani libere e pulite, non dobbiamo obbedire a partiti o direttori.

Saremo sempre e soprattutto dalla parte degli ultimi e dei più deboli, incentivando la collaborazione con le associazioni di volontariato.

Avremo un’attenzione particolare all’ambiente, perché il nostro comune possa perdere insieme a Terni la maglia nera dei comuni umbri più inquinati.

Narni dovrà essere una cittadina di alta attrazione turistica, dovrà quindi perdere quell’aspetto trascurato e degradato che è l’attuale biglietto da visita della città calendarizzando eventi lungo tutto l’anno.

Il Comune dovrà garantire pari dignità a tutte le frazioni, risolvendo in primis qualsiasi criticità legate ai servizi primari e sicurezza.

La sanità: parlare di questo argomento è come sparare sulla Croce Rossa. Narni rischia di perdere definitivamente ogni eccellenza nell’illusione del nuovo ospedale.

Oltre all’intervento di Gianni Daniele hanno preso la parola il Dott. Alessandro Amici, il Dott. Enrico Daniele, l’Avv. Cristina Pallozzi, la Dott.ssa Cecilia Cari e il Dott. Giacomo Taddei, che hanno integrato le linee guida del programma nei vari ambiti.

 

Lista civica Tutti per Narni

 
Strada di Campovallone e Corgneda PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 21 Ottobre 2016 12:12

Al Sig.  Presidente del Consiglio

Al Sig. Sindaco del Comune di Narni

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

OGGETTO:Situazione viabilità strada di Capovallone e strada Corgneda

La strada di Campovallone da quando è stato realizzato il tratto alternativo in sostituzione di quello originario che passava davanti all’Agriturismo,non ha pace,circa 3 anni fa è completamente franata ed ora presenta profonde crepe con evidente pericolo di franare di nuovo.

La strada di Corgneda presenta dei cedimenti ai lati  e numerose buche dalle quali emerge rete elettrosaldata pericolosa per il transito dei veicoli.

Per la strada di Corgneda nel tratto in variante si chiede se è stata effettuata una indagine geologica nel tratto di terreno attraversato visto quanto sta accadendo.

Per entrambi si chiede se l’Amministrazione comunale intende intervenire mettendole in sicurezza tenuto presente che con l’arrivo del periodo invernale aumenteranno i disagi per gli abitanti  che debbono percorrerle.

Narni 20 /10/2016

Gianni Daniele

Consigliere comunale TUTTI PER NARNI

 
Il controlo elettronico della velocità PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Giovedì 13 Ottobre 2016 09:29

IL CONTROLLO DELLA VELOCITA’ CON L’AUTOVELOX

Ci riferiamo all’articolo pubblicato il 29/8/21016 dal titolo:” NARNI è emergenza vigili ne sono rimasti solo 13 e non ce la fanno a coprire i servizi”,mentre in tale situazione vengono mandate pattuglie con l’Autovelox a rilevare la velocità sul raccordo Terni-Orte strada Exurbana principale che nulla a che vedere con i centri abitati ai quali la Polizia Municipale è principalmente deputata a fare i controlli.E’la Prefettura che autorizza l’invio delle pattuglie sul raccordo come autorizza anche il rilevamento della velocità senza contestazione immediata anche nei centri abitati.Per quanto sopra ci siamo rivolti alla Prefettura facendo presente sia la situazione di sofferenza dell’organico sia dell’opportunità nei centri abitati di effettuare la contestazione immediata come prevede il Codice della strada sia per la normativa della patente a punti che andrebbe elusa con il pagamento di ulteriore sanzione.La Prefettura ha girato la nostra missiva al Comandante della Polizia Municipale il quale in sostanza ha affermato che i controlli sono tutti regolari e che :”Nei giorni in cui vengono espletati i servizi di Polizia Stradale con l’autovelox sulla S.S. 675,tra l’altro si tratta di tre al massimo quattro servizi al mese,ilserizio di vigilanza e controllo del territorio comunale e del centro urbano è stato sempre garantito con la presenza di una e ,in alcune occasioni,anche di due pattuglie della polizia municipale”.I conti non tornano perchè una pattuglia sul raccordo,2 pattuglie nei centri abitati e fanno 6 agenti in un solo turno e l’altro turno considerato che almeno 3 sono in Ufficio egli asssenti?Noi non contestiamo la regolarità dei controlli li ha autorizzati la Prefettura, ma l’opportunità di effettuare tali servizi con una grave carenza di personale.Giorni or sono a causa dell’interruzione della circolazione sul raccordo direzione Terni,sulla Strada Amerina si sono formati oltre 2 Kilometri di coda ed al bivio di Amelia non c’era nessuno a regolare il traffico.Se alle prossime elezioni i cittadini ci daranno fiducia tuteleremo la sicurezza dei cittadini nei centri abitati piuttosto che fare esercizio di pura cassa sul raccordo,con le buste verdi incrementano il turismo a Narni.

 

Narni 9/10/2016 Gianni Daniele

Consigliere comunale TUTTI PER NARNI

 

 

 

 

 

 

 
Ha smesso, j'era venuta fame PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Domenica 09 Ottobre 2016 20:19

Lo sciopero della fame e’ una forma di protesta nobile e forte. Il mahatma, gli indipendisti  irlandesi . Pannella. Qualche volta  portato alle estreme  conseguenze,  Bobby Sand decise di morire per protestare contro il regime carcerario vessatorio a cui era sottoposto.

Come   già  dicevamo nel precedente comunicato , pur con i dovuti distinguo , abbiamo visto positivamente l‘azione di Mercuri :forse  dopo che in questi anni non ne aveva azzeccata una ha cercato di riscattarsi. Per tuttiperNarni.  Ogni azione politica che porta risultati    positivi per  la città è meritoria.

Non siamo però certi che l’epilogo di questa vicenda sia un buon risultato, nonostante i toni trionfalistici con cui gli storyteller ce lo stanno raccontando:

- E’ un grande risultato che la giunta comunale vada a Perugia il 21 ottobre?

- Che dire delle affermazioni del direttore generale Fiaschini ? dell’assessore Barberini ?

- Oppure si poteva ottenere di piu’  visto che la azione   stava suscitando maldipancia crescenti all’interno della maggioranza anche oltre i confini comunali?

Sarebbe stato ben diverso  se la giunta o anche solo la Presidente  Marini fosse venuta a Narni nella sede istituzionale comunale a confrontarsi con la città sulle problematiche della sanita’  assumendesi  le proprie responsabilita’ di governo. Come chiesto da noi fino alla noia. Altra cosa è che la giunta di Narni  venga cooptata a Perugia.  Mi verrebbe da dire   ma almeno vi siete assicurati la diretta streaming ?   Inoltre,  ma come, Mercoledi prossimo  a Terni ci sara’ un incontro riguardante i problemi della sanita’ ternana , universita’ e territorio ?  Non e’ forse quella   la sede  buona  per portare le  problematiche narnesi?

Venendo alle dichiarazione. I dati che porta il direttore sono confortanti , dimostrano che  c’è agreement per  le funzioni sanitarie rese nella struttura . Solo che è incompleta, riguarda una parte della verita' , quella positiva. Le criticita’,  alcune   delle quali riportate nel comunicato dei socialisti narnesi , sono ignorate. Barberini   invece la butta sul comico riproponendo la costruzione dell’ospedale nuovo, probabilmente basandosi sul fatto che i narnesi che conosce   portino tutti l’orecchino al naso.

TuttiperNarni ritiene che l’ obiettivo condiviso  in consiglio comunale con la maggioranza (Ospedale di Narni sede di day , week-surgery   della conca ternana) è corretto sia da un punto di vista della   allocazione delle risorse economiche  che da un punto di vista della offerta sanitaria.   Ci vorrebbe   la volonta’ politica che si concretizza nei fatti. Fino ad adesso non c’è stata, alla fine torniamo  al concetto guida della nostra azione politica: o il federalismo è solidale, tutti i territori sono uguali nei diritti e pur nella diversità beneficiano   di pari opportunità oppure  si tratta di neofeudalesimo   in cui alcuni territori fagocitano tutte le risorse ed opportunità   lasciando  niente ad altri.

Purtroppo questa è la realtà del nostro territorio.  I responsabili, chi ha permesso ciò,hanno nome e cognome , sono gli stessi con cui Mercuri sta in maggioranza.


Gianni Daniele

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 6 di 25