Controlli post-terremoto, saranno davvero tutti pronti? PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Domenica 11 Settembre 2016 14:31

"TERREMOTO”  IN COMUNE, DIRETTIVE INESISTENTI


In un comunicato l’Assessore Mercuri con delega alla protezione civile affermò:

“Crediamo di essere in grado di dare, con le nostre strutture anche consigli ed indirizzi, per verificare la consistenza delle abitazioni private, per capire il da farsi. I nostri cittadini devono venire da noi in Comune, perché vi saranno direttive chiare, perché si parli la stessa lingua, perché i lavori, quando sono necessari, siano quelli necessari, quelli giusti.”

Ebbene una persona prendendo alla lettera quanto sopra affermato si è recata in Comune per avere informazioni e qui la sorpresa: rimbalzata dal Dipartimento lavori pubblici a quello dell’Urbanistica si è sentita dire, ma qui a Narni non c’è stato il terremoto, cioè in sostanza la struttura comunale non era stata informata di quanto aveva affermato l’Assessore.

Prima di fare proclami occorre organizzare le strutture e dare indicazioni chiare ai cittadini…andate in Comune ma dove, da chi!?!?!

Questa vicenda sta a dimostrare con quanto pressapochismo viene condotto il Comune dall’attuale maggioranza.


Narni 10/9/2016                                       Gruppo consiliare TUTTI PER NARNI

 
La trasparenza a corrente alternata della Giunta De Rebotti PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 02 Settembre 2016 09:21

Abbiamo saputo da notizie di stampa della presenza di consulenze  “ d’oro  ”  ( 20.000 euro l’anno) al comune di Amelia per un dipendente “importante” del nostro comune, oltre a quelle note e da noi non condivise del Segretario Comunale di  Amelia e dell’Avvocato di Narni.  Ne vorremmo sapere di piu’ , anzi speriamo in una smentita ufficiale da parte del nostro Sindaco,ma a tuttoggi non abbiamo risposte. Il clamore della notizia, in questi  anni di profonda crisi senza fine,di blocco degli stipendi da ormai 8 anni, di disoccupazione crescente , di  maggiore difficolta’ a trovare un lavoro ,di aumento della poverta’  ecc.. richiede  un commento .  Non entriamo nel merito dell’atto tecnico, certamente  si trattera’ di una procedura corretta senza irregolarità amministrative e  il dipendente in oggetto  professionalmente il migliore nel settore richiesto. tuttiperNarni si sente in dovere di effettuarla seguente considerazione di natura politica: Possibile che non c’era nessuna altra via da percorrere’ per il comune di Amelia, eppure l’argomento consulenze e’ un argomento sensibile pure per l’autorità anticorruzione di Cantone.

Se la vicenda e’ vera , vuol dire che chi governa questi territori ritiene  che   siano,  i territori, di sua proprieta’ e non dei cittadini , non li amministra pro-tempore in maniera equa e efficiente ,ma li utilizza a proprio uso e consumo per garantire vantaggi e privilegi ai propri sodali.

Se la vicenda e’ vera,questo non sarebbe altro che l’ennesimo episodio al quale la  maniera di fare politica di questa maggioranza  ci vuole abituare.

Non ci riusciranno , e’ proprio per contrastare questo atteggiamento e ridare fiducia ai  diritti e bisogni dei cittadini che abbiamo formato la nostra associazione civica con cui da 5 anni cerchiamo, con i limiti  che ha una forza di opposizione, di contrastare il cattivo governo della citta’ e proponiamo  il cambiamento amministrativo per il prossimo anno    .

Secondo noi, queste persone  hanno dimenticato la motivazione iniziale del fare politica:  l’impegno  serve per  promuovere lo sviluppo sociale e garantire il bene di tutti( Il bene comune) , non il  contrario.

Narni 29 08  2016

tuttiperNarni


 
Carenza organico Polizia Municipale PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 02 Settembre 2016 09:18

Al   Sig. Presidente del Consiglio

Al   Sig. Sindaco del Comune    di   NARNI

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

 

OGGETTO : Carenza dell’organico della Polizia Municipale

Leggiamo sulla stampa della carenza dell’organico della Polizia Municipale che non può far fronte ai principali servizi istituzionali anche a seguito della fuoriuscita degli agenti straordinari le cui assunzioni non sono più prorogabili.

Ma di chi è la responsabilità di questa situazione se l’amministrazione anziché attingere ad una vecchia graduatoria ritenuta pienamente valida dal TAR dell’Umbria a seguito di ricorso di un concorrente utilmente collocato,ha preferito ricorrere alla assunzione di agenti straordinari con relative spese per il vestiario e professionalità acquisita che sono entrambe perse con il terminare del contratto?

Per quale motivo ha indetto un concorso pubblico a tempo indeterminato,preceduto da un avviso di mobilità pubblicato solo sul sito del Comune,dichiarando non idoneo l’unico vigile che ne aveva fatto domanda, mobilitando circa 1600 concorrenti numero così numeroso a seguito della modifica del regolamento escludendo tra i requisiti la patente di guida per le moto declassando così il corpo di Polizia municipale alla stregua di quelli dei piccoli Comuni, sapendo che la normativa non lo consentiva, concorso  poi revocato incassando circa 16.000 euro di tassa di concorso restituibili con procedura macchinosa per cui si chiede quanti ne sono stati restituiti.

Per quale motivo  in carenza evidente di organico le pattuglie vengono inviate  con l’autovelox sul raccordo Terni-Orte distraendoli dai loro compiti istituzionali considerando che il Codice della strada assegna ai Comuni la vigilanza stradale nei centri abitati?

Narni 01/09/2016

Gruppo Consiliare Tutti per Narni


 
Valutazione vulnerabilità sismica PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 02 Settembre 2016 09:16

Al   Sig. Presidente del Consiglio

Al   Sig. Sindaco del Comune    di   NARNI

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

 

OGGETTO : Valutazione vulnerabilità sismica edifici di proprietà comunale

Prendiamo atto con soddisfazione del comunicato della amministrazione pubblicato sul sito del Comune in merito alla verifica effettuata sugli edifici di sua proprietà dal quale si evince che non sono stati rilevati danni riferibili all'ultimo terremoto “di Amatrice”.
Per fare chiarezza e rassicurare i cittadini ,specie i genitori , riguardo la sicurezza degli edifici pubblici, specie le scuole,  partendo dai fatti  recentemente accaduti e alla luce della classificazione del nostro territorio come Zona sismica 2 (ossia, zona con pericolosità sismica media dove possono verificarsi terremoti abbastanza forti
) Tutti per Narni chiede al Sindaco:

  • Se esiste, ad opera degli uffici competenti, una valutazione (e quindi l’attribuzione di un indice) sulla vulnerabilità sismica degli edifici di proprietà del Comune.
  • Se esiste, a quale anno risale , cioè se è ancora attuale e scientificamente valida oppure se deve essere aggiornata
  • Qualora fossero state rilevate criticità nell’ambito dello valutazioni richieste , in oggetto, se e quali piani di adeguamento sismico siano stati predisposti.

Tutto cio’ oltre allo scopo di dare una chiara  e corretta informazione riguardo lo stato reale  degli edifici ,  anche per essere pronti ad a possibili benefici economici per predisporre in tempi rapidi e certi eventuali adeguanti antisismici.

 

Narni, 01/09/2016

Gruppo Consiliare Tutti per Narni

La vulnerabilità̀ sismica di una costruzione può̀ essere definita, in termini generali, come la sua suscettibilità̀ ad essere danneggiata da un terremoto. La valutazione della vulnerabilità̀ sismica delle costruzioni è un passo fondamentale nelle analisi di rischio sismico e nella definizione di scenari di danno per terremoti di diverse intensità̀.


 
Presentazione NUMANOVA Nera Montoro PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Mercoledì 03 Agosto 2016 09:41
In merito all’incontro pubblico di presentazione del progetto di produzione di polveri metalliche della società NUMANOVA tenutosi ieri sera a Nera Montoro, comunichiamo la nostra posizione già espressa nella suddetta sede, affinché sia nota a quanti più cittadini possibile.
E’ evidente che Tutti per Narni non è, pregiudizialmente, contraria a insediamenti industriali che possano portare ricchezza e creare valore al nostro territorio ma lavora affinché la scelta di consentire l’installazione di una industria di questo tipo venga discussa e condivisa sia nelle sedi istituzionali che in quelle civiche, cosa non avvenuta (né in Consiglio Comunale né nella Commissione preposta) e che crea il primo problema politico rilevante, volendo aggravato dall’assenza del Sindaco all'assemblea.
Condivisione e discussione che si rendono necessarie dal momento in cui si tratta di consentire l’insediamento di una industria nell’ambito di un territorio già particolarmente offeso e che quindi va guidata e, se del caso, non concessa qualora comportasse un aggravio della qualità della vita dei cittadini residenti.
Venendo ai pareri tecnici, dopo aver consultato i documenti che siamo riusciti ad ottenere (AUA e Relazione di sintesi prodotta dalla società) dagli uffici comunali, le nostre perplessità riguardano:

  • RIFIUTI: non compare nei alcun tipo di classificazione, viene invece scritto che una volta prodotti, verranno classificati e smaltiti nel modo conseguente: questa è una mancanza piuttosto grave perché dovrebbe essere chiaro fin da subito di quali rifiuti si tratta e come questi devono essere smaltiti.

 

  • TRATTAMENTO EMISSIONI: Si dice che le emissioni verranno trattate con dei filtri che trattengono il 99,95% delle polveri, e che verranno sostituiti quando si farà manutenzione ordinaria o straordinaria, previste annualmente…questo annualmente può non essere congruo con la funzione del filtro stesso, perché sarebbe necessario capire se le sue performance siano le stesse anche a distanza di un anno dalla sua sostituzione.
  • ATTUALE COMPROMISSIONE AMBIENTALE: Non viene effettuato lo studio sulla attuale compromissione dell’ambiente della zona industriale, dai dati messi a disposizione potremmo prevedere un impatto ambientale basso dell’impianto ma non ci è dato sapere come questo, unitamente alle altre realtà industriali, impatterà sull’ambiente a causa di eventuali effetti sinergici con le emissioni degli altri stabilimenti.
  • PIANO DI EMERGENZA: Non è presente nessun piano di emergenza relativo a eventuali malfunzionamenti degli impianti ma vengono soltanto identificati i tempi necessari allo spegnimento degli impianti stessi, il che è riduttivo in relazione al tipo di emissioni e alla loro potenziale pericolosità.
In ultimo, è d’obbligo un’altra considerazione di carattere politico, Tutti per Narni trova offensivo, nei confronti degli abitanti di Montoro, la loro introduzione nel “dibattito” quando è già stato tutto deciso e non prima, durante la redazione del progetto / prima della concessioni dell'AUA ovvero quando le loro perplessità sarebbero potute divenire interrogativi e spunti per considerare diverse tecnologie,  diversi cicli produttivi, diversi metodi di protezione ambientale ecc.
 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 8 di 25