VICENDA CASTELLO DI S. GIROLAMO - REPLICA A MERCURI PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Domenica 26 Giugno 2016 08:40

Le argomentazioni dell’assessore Mercuri contro la nostra richiesta al comune di costituirsi parte civile nel processo riguardo la vendita di San Girolamo sono, come sempre, sospese in aria.

Cerchero’ brevemente di spiegarlo:

A prescindere dall’esito del processo ecc.ecc.. dal quale ci aspettiamo una completa e totale assoluzione dell’ex sindaco e dei dirigenti coinvolti, se non altro per evitare  la restituzione alla curia di oltre 2 milioni di euro,   soldi che come sempre graverebbero sulle saccocce dei cittadini. Anche in assenza di un obbligo amministrativo, la logica ed il buon senso , avrebbero dovuto consigliare gli attuali amministratori alla costituzione di parte civile da parte del Comune  cosi’ come ha fatto la Curia di Terni per tutelare gli interessi dell’Ente in quanto, e mi rivolgo agli abitanti di Narni.

il Comune è dei cittadini e non di chi  pro- tempore  lo amministra  e dei suoi sodali.

A sostegno della mia tesi allego la risposta  che la assicurazione del comune fa al comune  stesso rispondendo ad una richiesta di pagamento delle spese legali dell’ex sindaco e di alcuni dirigenti e funzionari in questa ed in un’altra vicenda. Documento che noi abbiamo trovato allegato alla delibera 291 del 30 12 2015. Come appare evidente  la assicurazione dichiara di non poter intervenire nella assistenza legale dei coinvolti in quanto la stessa e’ a tutela dell’ente ed anche di amministratori e dipendenti  ma non in casi riguardanti  reato ai danni dell’ente.  La lettera della assicurazione conclude invitando  l’ente a costituirsi, se volesse,parte civile.  Per noi cio’ non vuol dire affermare le responsabilita’degli indagati , E’ invece una misura cautelare  che il Comune ha il dovere di adottare a tutela degli interessi  della comunità.

Leggere l’allegato. ….

La legittimita’ della nostra richiesta e’ talmente evidente che non merita ulteriori commenti .

Concludo ricordando che andando a studiare i documenti comunali:

-         Abbiamo scoperto che la costituzione di parte civile da parte dell’ente e’ gratuita perche’ prevista dalla polizza assicurativa

-         La delibera 291  ci dice  come poi la amministrazione li ha trovati i soldi per pagare gli avvocati, e che avvocati, viste le parcelle, ma non abbiamo un avvocato dipendente?  Li ha presi con una delibera cervellotica fumosa,appunto la 291,  vi invito a leggerla se ci capite qualcosa al di la del fatto che i soldi vengono dal bilancio generale del comune , cioe’dalle saccocce dei cittadini.

Come sempre , niente di nuovo.

 

Gianni Daniele

Presidente tuttiperNarni

 
La polizia municipale con l'autovelox in superstrada PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 17 Giugno 2016 15:23

LA POLIZIA MUNICIPALE DI NARNI CON L'AUTOVELOX...IN SUPERSTRADA

 

Il Corpo della Polizia municipale di Narni è sotto organico anche per colpa degli amministratori che hanno bandito un concorso, poi revocato, anziché utilizzare per le assunzioni una precedente graduatoria pienamente valida come sentenziato dal TAR dellUmbria.

E evidente che la carenza di organico ha comportato un taglio di servizi essenziali,è stato tolto il Vigile in P.za Garibaldi che costituiva un sicuro punto di

riferimento per i cittadini ed i turisti e si perché il Comando osserva lorario di ufficio come se fosse qualsiasi ufficio amministrativo.

A fronte di tale situazione e qui sta il paradosso,la pattuglia viene inviata sul RATO classificato strada Extraurbana principale.

Lart.11 comma 3 del Codice della Strada stabilisce che ai servizi di Polizia Stradale provvede il Ministero dellinterno, salve le attribuzioni dei Comuni per quanto concerne i centri abitati.

E evidente quindi che linvio delle pattuglie sulla superstrada è una evidente forzatura in quanto compito preminente della Polizia Municipale è quello di tutelare la sicurezza della circolazione nei centri abitati.

Sulle strade ordinarie,vedi la Flaminia a ponte Aia,il Prefetto ha stabilito la non contestazione immediata poiché recherebbe pregiudizio alla sicurezza della circolazione,alla fluidità del traffico e alla incolumità degli agenti operanti,ma è assurdo è centro abitato con limite di velocità 50 Km/h.

La mancata contestazione immediata vanifica la disciplina della patente a punti introdotta dal legislatore per punire con il ritiro della patente i conducenti indisciplinati facoltosi, basta pagare una ulteriore sanzione e i punti non si perdono e continuano a correre.

 

Giacomo Taddei Tutti per Narni

 
APERTURA A SINGHIOZZO DELLA DELEGAZIONE DI NARNI SCALO PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Mercoledì 01 Giugno 2016 11:08

E’ notizia di questi giorni delle continue lamentele dei cittadini di Narni Scalo per le continue chiusure della delegazione di Narni Scalo,la dirigente si giustifica affermando che non c’è  personale.

E dire che il Sindaco all’atto del suo insediamento nel documento programmatico aveva affermato di potenziare la delegazione di Narni Scalo,da allora l’apertura al pubblico è stata costantemente ridotta.

In data 25/9/2013 il nostro gruppo consiliare aveva presentato una mozione chiedendo il potenziamento della delegazione in orari pari a quelli della sede centrale,ampliamento dei servizi da erogare e trasferimento in una sede più idonea.

Questa mozione non è stata ancora discussa,come risulta nel sito del Comune,questo dimostra la scarsa attenzione che ha l’amministrazione nei confronti dei cittadini di Narni Scalo.

Mancanza di personale?Si faccia una rilevazione dei carichi di lavoro di ciascun dipendente e forse qualcosa verrà fuori.

Narni 1/6/2016                                            Gruppo consiliare TUTTI PER NARNI

Ultimo aggiornamento Mercoledì 01 Giugno 2016 11:11
 
Via dei Garofani PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Sabato 21 Maggio 2016 07:15

VIA DEI GAROFANI UN QUARTIERE NON A MISURA

D’UOMO.

E’ un insediamento abitativo sorto in epoca relativamente recente agli inizi degli anni 80 su una vasta area comprendente il parco pubblico il polo scolastico e numerosi palazzi quindi densamente abitato,su quella via c’è l’Ufficio Postale,la Chiesa ed il mercato settimanale.

Ebbene il marciapiede lato palazzi è addirittura inesistente o quasi,come è documentato dalle foto allegate.

Gli abitanti sono costretti ad attraversare la strada per utilizzare il marciapiede posto sul lato opposto in assenza di qualsiasi attraversamento pedonale.

Come è stato possibile progettare senza tener conto minimamente della necessità di realizzare i marciapiedi in entrambi i lati della via eppure non si può dire che mancavano gli spazi  bastava arretrare ,le costruzioni e i giardini di un paio di metri.

Ciò la dice lunga sull’assenza di una corretta programmazione in materia urbanistica con reiterati errori commessi nel corso degli anni e che assommati rendono ancor più problematica la soluzione dei problemi della viabilità a Narni Scalo ed anche in altri centri abitati.

Narni 16/5/2016                               Giacomo Taddei -  TUTTI PER NARNI

 
Tassa sui rifiuti o sulle attività? PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Martedì 03 Maggio 2016 07:46

Esiste un grande problema di inquita’ dei costi per la raccolta dei rifiuti solidi urbani. Spesa per aziende e famiglie totalmente fuori controllo.

Non è una tariffa ma una tassa poiché il Comune non ha ancora realizzato un sistema puntuale di misurazione delle quantità di rifiuti conferiti al servizio pubblico.

Per le utenze domestiche c’è una sproporzione tra la tassa dovuta per le superfici e gli occupanti che sono i veri produttori di rifiuti.

Per le utenze non domestiche i coefficienti adottati sono aleatori e non tengono conto per ogni attività  la quantità e qualità dei rifiuti prodotti e i costi effettivi di smaltimento, altro rilievo è l’assimilazione delle superfici accessorie a quelle dell’attività principale. In sostanza è una tassa sull’attività.  E evidente che cio’ ,in una fase di crisi come  questa ,portera grandi problematiche alle attivita’ commerciali artigianali ed industriali.

Avanziamo seri dubbi sulla  affermazione della invarianza della tassa a consuntivo  rispetto al 2015  ,visti i notevoli costi del servizio porta a porta in corso di ampliamento.  Staremo a vedere la bolletta finale. Riteniamo comunque che e’’ gia’ adesso esosamente troppo elevata.Il consigliere Luciano   Novelli  ci ha ricordato come il costo del servizio a  Narni sia di un terzo superiore ai costi standard nazionali. Ecco un obiettivo per chi ha responsabilita’ di governo. In un precedente documento  segnalavamo come il costo della raccolta della immondizia sia passato da meno di 2 miliardi di lire dei fine anni 90 agli oltre 4 milioni di euro attuali.  E’ vero che era un’altra epoca ,che la tassa copriva fino all’80 – 90 % del servizio ma nessuno stipendio o pensione dei narnesi si e’ moltiplicato  8 volte.

Inoltre raccolta differenziata ha il suo completamento solo se alla fine del percorso si arriva ad una evidente riduzione della tassa ,TuttiperNarni  e’ si favorevole  , a patto che l’impegno  che ciascuna famiglia o azienda  ha nel processo attivo di raccolta differenziata si traduca in una evidente  riduzione  della tariffa . Altrimenti si trattera’  dell’ennesima beffa perpetrata ai danni dei narnesi, come con la sanita’, la acqua pubblica, ecc..ecc…ecc…

 
« InizioPrec.12345678910Succ.Fine »

Pagina 5 di 20