tassa tevere nera mozione PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 09 Marzo 2018 12:43

 

 

 

All’attenzione del Sig. Sindaco, del Presidente del Consiglio Comunale e dei Consiglieri tutti:

Oggetto: tassa Tevere Nera

 

In queste settimane stanno arrivando a oltre 90.000, tra cittadini ed imprese, le cartelle 2017 con cui viene richiesto nuovamente il pagamento del contributo di bonifica, la famosa e detestata “Tevere Nera”.

Una tassa aggiuntiva che sono costretti a pagare, a parità di condizioni, solo chi abita a Foligno, Spoleto, Terni.
Per la precisone il contributo per il territorio del Comune di Terni e Narni Scalo riguarda terreni e case, mentre per il restante territorio provinciale solo terreni.

Ogni anno i cittadini della provincia di Terni, comuni di Foligno e Spoleto pagano oltre 2milioni di euro di tasse aggiuntive, a Perugia nessuno paga questo contributo e tutti gli interventi di tutela idrogeologica sono sostenuti dalla fiscalità generale e cioè da tutti i cittadini dell’Umbria.

Chiediamo al Sindaco di Narni di prendere una posizione netta e inequivocabile definitivamente, dicendo se quest’Amministrazione è a favore di una tassa iniqua, fatta nei confronti dei propri cittadini, oppure al contrario, se non la condivide, la denunci pubblicamente, facendosi da Comune capofila nei confronti della Regione.

Lo dica apertamente rivolgendosi in primis ai cittadini, poi alle Istituzioni competenti.

Per quanto ci riguarda, saremmo al suo fianco, in questa “battaglia” di giustizia sociale.

GRUPPO CONSIGLIARE DI TUTTI PER NARNI

 
Intervento in Consiglio Comunale sul bilancio preventivo 2017 PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Martedì 04 Aprile 2017 08:57

Anche quest’anno è stato approvato un Bilancio ripetitivo in sordina condito di numeri nei suoi allegati comprensibile solo per gli addetti ai lavori difficile da decifrare dai consiglieri comunali che poi lo dovranno approvare.

Questo è stato l’ultimo bilancio dell’amministrazione uscente e ci aspettavamo almeno un segnale di discontinuità a partire dal bilancio partecipato che nella vicina Amelia è stato messo in atto dalla nuova amministrazione.

Ci aspettavamo almeno una semplice relazione  da mettere sul sito del Comune, da divulgare nei centri civici per spiegare la manovra che vi accingevate a fare,  anche e soprattutto per far comprendere ai cittadini le misure che intendetevate adottare in loro favore (sempre che siano state adottate).

La differenziata al 70%  ma di quello raccolto,c’è stato un incremento esponenziale  delle discariche abusive ormai fuori controllo,i riteniamo che ci sia un sostanzioso conguaglio della TARI per il 2016.

Il Baratto amministrativo è una trovata   che ancora non ha avuto e non avrà alcuna applicazione concreta.

La trasparenza amministrativa?Nessuno diciamo nessuno degli strumenti di partecipazione previsti dallo Statuto sono stati utilizzati anche per provvedimenti importanti avete coinvolto i cittadini sono a decisioni prese tante sono le situazioni.

Questo bilancio non contiene quei correttivi di spesa necessari occorreva una revisione generale della spesa,non si può continuare ad affermare che non si possono ridurre le spese perchè altrimenti si intaccherebbero in maniera importante la qualitàdei servizi.

Una struttura comunale verticistica con Dirigenti e funzionari mantenuti nonostante il Comune ha esternalizzato quasi tutti i servizi a volte con procedure che riteniamo non corrette e per questo abbiamo inoltrato segnalazione all’autorità anticorruzione,basti pensare che le spese erogate per servizo conto terzi superano le spese correnti,la vicenda del Segretario comunale,il Comune ha declassato  il Comune per avere un segretario di seconda fascia e ha mantenuto la dirigenza che spetta ai Comune di classe superiore ed ultima chicca lo stesso Segretario che prima veniva retribuito per 1/3 da Narni e per 2/3 dal Comune di Amelia ora lo stesso essendo stato assegnato al Comune di Massa Martana viene retribuito per 2/3 da Narni e1/3 nell’altro Comune.

Un Comune che impiega la quasi totalità delle spese per mantenersi, irrisorie le spese effettivamente fatte per gli investimenti soprattutto quelle che potevano portare allo sviluppo del territorio, dall’ultimo consuntivo 2015 a fronte di una previsione di circa otto milioni di euro ne sono stati utilizzati appena 1.742.000.

 

La  partecipata ASIT,la cui transazione con il Comune di Narni precedentemente stabilità in 10 anni viene ripianata in 7 anni,con l’aggravio sul bilancio annuale,a questo è da aggiungere l’ulteriore indebitamento accumulato dopo la transazione.

Ulteriore osservazione riguarda le spese relative al nuovo canile non ancora attivato con un mutuo le cui rate dovevano essere pagate  dall’affitto alla Società Genera  del terreno dell’insediamento del fotovoltaico ancora oggi in massima parte mancanti all’appello,a fronte di ciò il Comune paga da decenni ingenti somme per la custodia dei cani in struttura privata.

E veniamo alla nota dolente il piano triennale delle opere pubbliche ovvero il libro dei sogni in quanto delle opere previste ne vengono realizzate in minima parte,vengono elencate opere di notevole entità ma è stato fatto un progetto preliminare e gli stanziamenti sono certi?

Elenco 2017

-Messa in sicurezza del cavalcaferrovia pedonale stazione ferroviaria importo 200.000 euro con mutuo peccato che con la chiusura dell’Elettrocarbonium non serva a nessuno.

-  Lo stanziamento di 155.000 euro per l’intervento di sistemazione idraulica della recente rotatoria realizzata per lo svincolo svincolo della bretella di  S.Liberato mediante l’accensione di un mutuo, evidentemente paghiamo degli errori nella progettazione o e nell’esecuzione dei lavori.

-Cifra considerevole riguarda la messa a norma  della Scuola Pertini di Narni Scalo pari a Euro 850.000 con contributo regionale :Si tratta di un edificio costruito negli anni 60 in economia a tufi  ed insufficente a contenere la popolazione scolastica evidentemente le amministrazioni che si sono succedute non sono state lungimiranti prevedendo la costruzione di una nuova scuola con criteri moderni.

A  proposito della spesa di    120.000 Euro per l’ adeguamento degli Uffici di via del Campanile  con un mutuo ci auguriamo che sia un primo passo per l’eliminazione delle barriere architettoniche.

La strada dei bastioni è un’opera pubblica indispensabile ai fini della viabilità  di accesso al centro storico spesa  finanziata dal bilancio comunale ci auguriamo che sia avviati al più presto i lavori.

Per l’ennesima volta osserviamo che tra le opere finanziate con fondi privati per circa 5.500.000 e per 804.000 euro con le alienazioni figura il piano attuativo riguardante la piazza del Suffragio.......

ELENCO2018

-Dopo le nostre interrogazioni,segnalazioni alle autorità competenti vediamo inserito nel piano la realizzazione dell’impianto di depurazione di Guadamello.

-Per la costruzione del complesso natatorio è previsto un importo di Euro 2.000.000 da finanziare con fondi privati,a questo proposito vorremo sapere il motivo per cui non è stata accantonata la somma di circa 300.000 per la vendita della vecchia piscina comunale di S.Girolamo.

ELENCO 2019

-Recupero  Ex mattatoio per l’importo di un milione di euro  con fondi privati,il solito libro dei sogni,ci sono responsabilità del Comune che lo ha mandato in rovina.

-Realizzazione nuovo accesso nella frazione di Ponte S.Lorenzo  con contributo regionale pari a 300.000 euro poichè l’attuale accesso è pericoloso ,le amministrazioni che si sono  succedute hanno consentito un notevole incremento edilizio senza preoccuparsi minimamente   della viabilità.

-Una importante opera per la viabilità di Narni Scalo cioè il collegamento rotatoria FINA con via

Capitonese  viene relegata alle calende greche  da finanziare con fondi privati è assurdo.

-Acquisizione e avvio recupero area Ex Spea per realizzazione parco a tema importo 7.700.000 euro dei quali 6.700.000 confondi privati e 1.000.000 con contributo regionale,ennesima bufala.

-Realizzaazione nuova piazza di Vigne importo 1.606.285 prevalentemente con fondi privati,questa opera ricompare da oltre 15 anni è una presa in giro per gli abitanti.

Riguardo lo stato di attuazione delle linee programmatiche di mandato rileviamo che a fronte di circa 56 complessive ne risultano attuate solo 9,avviate 41 e   da attivare 6 ma constatiamo che per la maggior parte sono solo proclami  che dimostrano la scarsa efficienza della macchina amministrativa del Comune.

Narni 23/3/2017                                              Gruppo consiliare TUTTI PER NARNI

 

 

 
la telenovela del parcheggio della stazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 24 Marzo 2017 09:47

Al  Sig. Presidente del Consiglio comunale di  NARNI

Al Sig. Sindaco del Comune diNarni

 

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

 

LA TELENOVELA DEL PARCHEGGIO  DEL PIAZZALE EX SCALO STAZIONE FERROVIARIA

A seguito di accordo  tra il Comune e Ferrovie dello Stato il Comune istituiva nell’area con ordinanza N°24 del 28/9/2009 il parcheggio a pagamento.

Con ordinanza 24/2016 che recepiva  quanto stabilito dalla Giunta comunale con atto 37 del 17/2/2016, peraltro senza alcuna motivazione, stabiliva che l’area veniva messa a disposizione dell’utenza in maniera gratuita,viene tolta la segnaletica verticale,ma gli stalli rimangono di colore azzurro e qui prima inadempienza.

Ora con ordinanza N° 34 del 27/2/2017 viene ripristinato il parcheggio a pagamento motivandolo per dare maggiore fruibilità ai pendolari, viene rimessa la segnaletica verticale sulla cancellata a fianco dell’ingresso del piazzale  con scritto”PARCHEGGIO DELLA STAZIONE”  ma quale? All’interno alcuna segnaletica indicante il parcheggio a pagamento e per gli stalli non viene rinnovata la segnaletica sbiadita con i segni del tempo.

Oggi i vigili hanno mietuto,noi riteniamo che il comportamento del Comune abbia tratto in inganno gran parte degli automobilisti  ed inoltre per quale motivo l’anno scorso ha reso il parcheggio libero non conosceva il problema dei pendolari?

Dobbiamo constatare che il Comune in materia di circolazione non ne azzecca una ad esempio nel parcheggio esterno del Suffragio è stato tolto il parcheggio a pagamento e la sosta a 2 ore cosicchè è diventato un garage impedendo il ricambio cioè l’esatto contrario di quello che è avvenuto nel parcheggio Ex Scalo stazione ferroviaria.

Chiediamo al Sindaco che venga rinnovata la segnaletica verticale che sicuramente avrebbe messo sull’avviso gli automobilisti ed annullare le sanzioni in sede di autotutela.

Narni 23/3/2017                                                         Gianni Daniele

Consigliere comunale TIUTTI PER NARNI

Ultimo aggiornamento Venerdì 24 Marzo 2017 09:48
 
Degrado a Nera Montoro - Villaggio PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Sabato 11 Febbraio 2017 17:22

Al Sig. Presidente del Consiglio comunale di NARNI

Al Sig. Sindaco del Comune di NARNI

INTERROGAZIONE   A RISPOSTA SCRITTA

OGGETTO:Situazione di degrado a Nera Montoro Villaggio

Ormai è sotto gli occhi di tutti della situazione di degrado e di abbandono delle frazioni eppure i cittadini che abitano in questi luoghi pagano le tasse ricevendo servizi scadenti.

Ormai è un lontano ricordo quando per ogni frazione vi era un dipendente comunale che si occupava della manutenzione delle strade della pulizia delle vie e piazze,della custodia dei cimiteri ed era un punto di riferimento per i cittadini per dialogare con il Comune in quanto si facevano portavoce dei problemi nelle riunioni mensili che si tenevano con i vari capi servizio.

Di tutto questo non c’è più nulla i servizi sono stati esternalizzati ed i cittadini sono disorientati non sanno a chi rivolgersi anzi sono rassegnati.

E così, tanto per fare un esempio, a Nera Montoro Villaggio in via del Poggio il fondo stradale dissestato in più punti,una fontanella obsoleta che perde acqua in mezzo a una fitta vegetazione,tubazioni di acqua potabile che alimentano le abitazioni poggiate sul terreno,un’ abitazione al n.c. 12 il cui proprietario è costretto a riparare continuamente la grondaia che si proietta sulla carreggiata perchè viene danneggiata dai mezzi in transito per cui il Comune dovrebbe installare un segnale con limite di altezza.

Per quanto sopra si interroga il Sindaco per conoscere se il Comune intende organizzare un servizio di vigilanza nel territorio comunale per rilevare tutte le criticità e programmare i relativi interventi risolutivi.

Si allegano le foto di quanto sopra evidenziato.

Narni 18/1/2017                                                              Gianni Daniele

Consigliere comunale TUTTI PER NARNI

 
Piste ciclopedonali - progetto definitivo PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Sabato 11 Febbraio 2017 17:20

Al    Sig. Presidente del Consiglio  comunale

Al     Sig. Sindaco del Comune di NARNI

INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

OGGETTO: Progetto definitivo per la realizzazione di percorsi ciclo pedonali a Narni Scalo approvato con delibera di Giunta  N° 330 del 28/12/2016

Ci risiamo, dopo il fallimento della sperimentazione relativa alla realizzazione delle piste ciclabili a Narni Scalo per cui  era stato contratto un mutuo con la Cassa depositi e prestiti dell’importo di Euro 100.000,messo da parte a furor di popolo,grazie anche al nostro contributo, ecco che questi fondi vengono utilizzati sempre a Narni Scalo per interventi diversi sulla viabilità ciclopedonale.

Infatti la delibera in oggetto indicata,tra l’altro,testualmente recita :”Nel corso dell’anno da uno studio sulla viabilità di Narni Scalo è emersa la necessità di variare il progetto originario delle piste ciclabili,dando priorità ai percorsi ciclo pedonali all’interno del parco dei Pini  di Narni Scalo e ad alcuni tratti di viabilità pedonale sempre a Narni Scalo.”

Ma di che studio stanno parlando si tratta di sei mesi di sofferenza per la sperimentazione fatta patire agli abitanti di Narni Scalo e non solo per un progetto sbagliato,ma almeno era stato annunciato e partecipato ai cittadini.

Ora invece in sordina viene propinata una variante per spendere questi 100.000 euro con un ulteriore costo di 8731,31 euro per la progettazione,senza alcuna informazione nè nelle sedi istituzionali nè alla cittadinanza.

La delibera messa in rete è priva degli allegati per cui non è dato sapere di cosa si tratta.

Con la presente si interroga il Sindaco per avere delucidazioni in merito al nuovo progetto ed il motivo per il quale non è stata fatta partecipazione prima della sua approvazione.

Narni 3/2/2017                                                          Gianni Daniele

Consigliere comunale di TUTTI PER NARNI

 
« InizioPrec.123456789Succ.Fine »

Pagina 1 di 9