viabilità narni scalo PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Mercoledì 19 Settembre 2018 16:21

Narni, lavori sul rato, scoppia il caos allo Scalo: Tpn invoca misure

NARNI – Quello del traffico e della viabilità è da tempo uno dei principali problemi che riguardano lo Scalo, nonché uno tra quelli che maggiormente interessano l’intera cittadinanza. I lavori iniziati in questi giorni sulla E45 hanno provocato la chiusura dell’uscita di Narni Scalo/Capitone in entrambe le direzioni. Questo ha provocato un notevole aumento di automobili lungo la principale via cittadina, causando ritardi e rallentamenti, soprattutto durante le ore di punta. Tutto ciò ha contribuito a riaccendere l’attenzione generale sul tema del traffico allo Scalo, aspetto spesso al centro di disamine e proposte politiche.

Sulla questione si è espresso anche il gruppo consiliare di Tutti per Narni, che in una nota ha esternato tutte le sue perplessità. “La nostra frazione – ha tuonato Tpn – non può sopportare un ulteriore incremento di traffico e, soprattutto, di smog, visto i già allarmanti livelli che costantemente si registrano, tra i più alti in Umbria. Richiediamo quindi, una presenza costante e fissa delle forze dell’ordine che permettano lo scorrimento del traffico il più velocemente possibile, cercando di evitare al massimo il transito nel tratto cittadino di Narni Scalo”.

Quella dei lavori sulla superstrada è una situazione temporanea e, terminati i lavori, il volume di traffico potrà tornare ai suoi livelli ordinari. Al di là di quest’aspetto specifico, però, il problema della viabilità allo Scalo presenta molteplici aspetti su cui, secondo quanto detto da Tpn, è bene riflettere. Secondo il gruppo politico guidato da Gianni Daniele, infatti, “sono sufficienti pochi interventi mirati e di spesa quasi inconsistente per migliorare una situazione diventata ormai insostenibile”. Secondo Tpn, innanzitutto, sarebbe necessario reintrodurre alcune limitazioni e divieti per quello che riguarda la viabilità cittadina: interventi che la passata amministrazione comunale aveva introdotto, salvo fare poi retromarcia in alcuni casi. “A nostro avviso, come già è previsto in altri tratti lungo via Tuderte, va ripristinato il divieto di svolta a sinistra per chi proviene da Narni in direzione Terni anche all’altezza del bivio di Capitone, mettendo dei dissuasori fissi che impediscano la svolta a tutti coloro che non rispettano tale divieto”, ha spiegato Tutti per Narni.

A questi elementi, secondo Tpn, si aggiunge il traffico che notoriamente si forma lungo via Tuderte, causato in buona parte anche dalle numerose macchine parcheggiate lungo la via che da un lato provocano rallentamenti, dall’altro anche pericoli alla sicurezza cittadina, soprattutto dei pedoni. “I parcheggi non mancano, si tratta solo di “educare” i cittadini punendo chi contravviene a tali divieti. Ѐ necessaria una presenza sempre maggiore dei vigili, togliendoli da compiti burocratici che sono costretti a svolgere, e tenendoli sulla strada. Inoltre, sarebbe utile prevedere un sistema di video/sorveglianza lungo tutta via Tuderte che serva sia per la sicurezza che da monito per i contravventori”, ha precisato Tutti per Narni, illustrando le sue proposte sulla viabilità urbana. L’installazione di dissuasori di velocità nel tratto tra la zona commerciale e il bivio per la marattana, nonché la realizzazione di una rotonda nella zona di immissione ai centri commerciali, sono gli altri interventi che, secondo Tpn, sarebbe necessario apportare con urgenza.

Lorenzo Di Anselmo

 
lavori Guadamello PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Martedì 18 Settembre 2018 21:43

 

Guadamello, lavori in corso nei pressi di un grosso palo nei pressi del cimitero, Gianni Daniele (TpN): "è tutto in regola?"
Un cantiere, che sarebbe stato aperto lungo la strada che collega Guadamello e San Vito, nei pressi del cimitero. Sulla questione intende far luce l'esponente di Tutti per Narni, Gianni Daniele. Il consigliere, al riguardo, ha presentato una segnalazione al sindaco Francesco De Rebotti. "Il sottoscritto - recita il documento depositato in comune -, a seguito della segnalazione ricevuta da alcuni abitanti della zona di Guadamello, chiede di verificare su quanto sta accadendo da alcuni giorni in un terreno situato a poca distanza dal paese. Qui è in corso un cantiere riguardante l’allestimento di un altissimo palo installato su di un terreno confinante con la zona dei pannelli fotovoltaici. Accanto al palo vi è un manufatto dove, giorni or sono, è stata allacciata la corrente elettrica. La linea che è stata realizzata - afferma il consigliere Daniele -, attraversa delle proprietà private ed a quanto risulta, non ci sarebbe stato alcun consenso da parte dei proprietari dei terreni affinchè i cavi elettrici potessero 'passare' sulle loro proprietà. Oltre a questo - sottolinea Daniele -, nell'area interessata da questi lavori non è stato esposto alcun cartello di cantiere, come da normativa. Si chiede un sopralluogo da parte della Polizia Municipale per accertare se esiste l'autorizzazione e di che installazione si tratta. Si tenga presente che quella è una zona dove sono già presenti da tempo impianti di pannelli fotovoltaici e ripetitori radiotelevisivi". Daniele chiede anche che "venga accertato se quel grande palo rispetta i canoni di omologazione, riguardante sia i sistemi di ancoraggio, che quelli di natura 'elettrica', attinenti a possibili rischi legati alla caduta di fulmini ed alla messa a terra che ne scongiuri i rischi di folgorazione per coloro che dovessero transitare nei pressi dell'infrastruttura". Il sindaco di Narni, informato della questione, spiega che "faremo tutto quanto rientra nelle nostre competenze

 

 

 
esposto cpm PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Martedì 11 Settembre 2018 20:22

Narni, indagati sindaco e vecchia giunta, Tpn: “Esposto fatto da noi”

NARNI – “A fare l’esposto siamo stati noi”. Lo rivela Tutti per Narni comunicando che l’indagine sull’affidamento del servizio energetico ad una ditta privata è partita da una loro iniziativa. La conclusione dell’istruttoria ha portato il sindaco, la passata giunta comunale e un dirigente sotto inchiesta. “Abbiamo fatto l’esposto, che non è una denuncia – dichiara Tpn – per fare chiarezza rispetto a una delibera di giunta nella quale si assegnava alla Cpm un appalto con durata ventennale fino ad arrivare con successivi affidamenti nel corso degli anni ad oltre sei milioni di euro. Durata – sostiene la minoranza – del tutto al di fuori della norma come sostenuto dalla stessa  Anac.

La nostra convinzione, del tutto legittima, è di aver chiesto delle risposte alla Procura della Repubblica, Guardia di Finanza e Corte dei Conti, per dipanare ogni nostro dubbio. Abbiamo ritenuto nostro dovere fare un esposto all’Anac, anche qui senza ricevere nessuna risposta. Il primo cittadino si è dichiarato amareggiato per l’accaduto, come se una forza di minoranza non abbia il diritto-dovere di pretendere dallo stesso risposte precise ed esaustive su temi così importanti per la collettività”.

“Recentemente – fa notare sempre Tpn – a Terni un consigliere del Pd ha denunciato alcuni consiglieri, per sospette autocertificazioni non veritiere, non vorremmo, che tale prerogativa sia riservata ad una sola forza politica. Per quanto ci riguarda, siamo ancor più convinti oggi di quanto fatto, perché riteniamo doveroso oltre che obbligo, da parte di consiglieri che hanno sentore di qualcosa non in linea con i dettati di legge, e dopo aver chiesto invano spiegazioni, segnalarlo alle autorità competenti. Siamo fiduciosi e garantisti rispetto al sindaco, a tutti gli assessori e al dirigente della passata legislatura – conclude – ma una volta letta la delibera in questione, abbiamo avuto immediati dubbi rispetto alla sua fattibilità”.

 
ricci 2 PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 07 Settembre 2018 21:28

Narni, Tpn plaude alle critiche di Ricci (Psi) a sindaco e vice: “Fa piacere che sia sulle nostre posizioni”

NARNI – Tutti per Narni ha diffuso un comunicato nel quale si associa alle dichiarazioni fatte in Consiglio comunale dal consigliere del Psi Claudio Ricci sullo stato di alcuni monumenti cittadini, iun particolare del Ponte d’Augusto. “Abbiamo assistito – dichiara il gruppo consigliere – all’ennesima critica, forte, dura nei confronti del sindaco e del suo vice non da parte di un consigliere di opposizione e sarebbe lecito, ma da uno di maggioranza. L’ha fatto su temi che, oltretutto sono cardine delle nostre mozioni e comunicati stampa, sia passati che più recenti.

Un attacco dai toni marcati, per quanto concerne lo stato di totale abbandono di monumenti simbolo di Narni, esempio il Ponte di Augusto, come pure su lavori fatti in modo approssimativo dal Sii senza nessun controllo da parte del Comune e sullo stato di abbandono delle frazioni”.

A noi fa piacere – prosegue la nota – trovare nel consigliere Ricci una sponda per quanto riguarda temi a noi cari, ma ci chiediamo come si può assistere ancora a lungo, al modo surreale con il quale si sta amministrando il nostro territorio, che non piace neppure a una parte importante della stessa maggioranza. La cosa ancor più rappresentativa – conclude Tutti per Narni – è che le critiche più feroci sono state rivolte, proprio verso l’assessore con deleghe tra le più importanti e che appartiene allo stesso gruppo del consigliere Ricci, così convintamente vicino alle posizioni di Tpn”.

 
ricci psi PDF Stampa E-mail
Scritto da Resp. Comunicazione   
Venerdì 07 Settembre 2018 21:27

Ma la maggioranza come fa? Non c’è nessuno che lo sa. Si dice parli troppo…

C’è un po’ di confusione nella maggioranza consiliare: l’atteggiamento di Claudio Ricci, consigliere socialista, l’ha fatta un po’ traballare. Lui fa il suo mestiere e raccoglie i problemi della gente per poi riportarli nelle sedi opportune. Pare che a volte, però si ponga in situazioni complicate ponendosi non in maggioranza e nemmeno in minoranza, in quanto quelli di Tutti per Narni lo irridono ed irridono pure la maggioranza che non è più coesa e che sta perdendo pezzi. E poi sempre più spesso gli strali di Claudio Ricci si appuntano sul suo compagno di partito (ma sarà ancora così?) Marco Mercuri. Quelli di “Tutti per Narni” non si sono fatti scappare la palla ed hanno così sottolineato: “Oggi, ma ormai avviene da qualche tempo, abbiamo assistito in Consiglio Comunale all’ennesima critica, forte, dura nei confronti del Sindaco e del suo vice non da parte di un Consigliere di opposizione e sarebbe lecito, ma di uno di maggioranza. L’ha fatto su temi che, oltretutto sono cardine delle nostre mozioni e comunicati stampa, sia passati che più recenti. Un attacco dai toni marcati, per quanto concerne lo stato di totale abbandono di monumenti simbolo di Narni, esempio il Ponte di Augusto.

Come pure su lavori fatti in modo approssimativo dal S.I.I. senza nessun controllo da parte del Comune. Sullo stato di abbandono delle frazioni.
Ebbene a noi fa piacere trovare, nel Consigliere Ricci Claudio del Psi, una sponda per quanto riguarda temi a noi cari, ma ci chiediamo come si può assistere ancora a lungo, al modo surreale con il quale si sta amministrando il nostro territorio, che non piace neppure a una parte importante della stessa maggioranza.
La cosa ancor più rappresentativa è che le critiche più feroci sono state rivolte, proprio verso l’assessore con le deleghe tra le più importanti, e che appartiene allo stesso gruppo del consigliere Ricci, così convintamente vicino alle posizioni di TPN. Della assoluta incapacità ad amministrare ormai ne sono consapevoli anche consiglieri di maggioranza e di questo gli incolpevoli spettatori e vittime sono i cittadini ignari”. Ma se non andrà con TpN, dove troverà spazio il Consigliere Ricci? Ah, saperlo.

 
« InizioPrec.123456Succ.Fine »

Pagina 1 di 6